Viaggi

Roma, come visitarla in 2 giorni!

Buongiorno e bentornata sul blog! Oggi come avrai già capito dal titolo parliamo di viaggi, in particolare della città di Roma! Ultimamente non trovo mai il tempo per dedicarmi al blog e quindi non ho avuto un momento libero per poterlo aggiornare un pò sugli ultimi avvenimenti e novità, ma oggi vorrei raccontarti come abbiamo trascorso il nostro 5° anniversario di fidanzamento festeggiato nella nostra capitale, Roma, in sole 48 ore!

La nostra prima volta a Roma!

Ebbene si, avevamo a disposizione soltanto un weekend e quindi ne abbiamo approfittato per fuggire a Roma in treno, visto che ne io ne Marco ci eravamo mai stati, incredibile ma vero! Non puoi capire quanto sono stata discriminata nella mia vita per aver visto una moltitudine di capitali europee senza mai aver visto la capitale dell’Italia 😉 ovviamente sto scherzando ma non ti nascondo che me ne vergogno un pò di averla vista dopo ben 27 anni di vita in viaggio!

Pronti, partenza, via!

Ma ora bando alle ciance, si parte!

Siamo partiti da Modena il venerdì sera dopo il lavoro e siamo arrivati alla stazione di Bologna dove abbiamo preso il treno alta velocità che in poco più di 2 ore ci ha portato alla stazione Termini. Da lì è stato facilissimo spostarsi con la metro, il nostro appartamento prenotato da Booking si trovava a due passi dalla fermata della metro Castro Pretorio e quindi ad una fermata di metro da Termini.

Visto l’ora tarda (mezzanotte passata!) e visto che eravamo ancora a stomaco vuoto, abbiamo ordinato due hamburger con patatine da Just Eat e siamo sprofondati tra le coperte, impazienti di visitare Roma il giorno successivo.

1° giorno

Ci siamo svegliati con la colazione in camera, servita da Jelena, la gentilissima padrona degli appartamenti e siamo subito corsi a prendere la metro.

Avevo un itinerario preciso già nella mia mente prima di partire, per poter toccare più tappe di Roma possibili, in minor tempo, visto che la nostra visita sarebbe stata abbastanza breve. Abbiamo così preso la metro blu per una tappa all’immancabile Anfiteatro Flavio, meglio noto come Colosseo! La zona Colosseo/fori romani è stata la prima che abbiamo visto di Roma e ci ha lasciato senza parole, incapaci di capire come possano essere concentrate tante meraviglie in così pochi km!

Successivamente aver visto il colosseo, ci siamo ridiretti verso la stazione Termini dove abbiamo preso la metro arancione fino a piazza di Spagna e siamo risaliti a piedi dal parco di Villa Borghese fino alla terrazza del Pincio, dove abbiamo visto Roma dall’alto, a partire da Piazza del Popolo ed in lontananza la cupola della basilica di San Pietro.

Dopo aver scattato qualche foto e bevuto un pò di acqua fresca, siamo scesi fino alla scalinata di Trinità dei monti, che conduce nella meravigliosa Piazza di Spagna, gremita di gente, ma pur sempre suggestiva.

Abbiamo in seguito proseguito la nostra passeggiata, instancabili, verso Fontana di Trevi, ma non prima di aver scattato qualche foto di rito ovviamente! E’ magica come l’ho sempre vista in foto e nei film, così sproporzionatamente grande se paragonata alla piazza minuscola in cui è collocata. Sembra quasi messa lì per sbaglio. L’ho adorata fin dal primo momento! Sul mio profilo Instagram, nelle stories in evidenza, potete vedere alcuni video e boomerang mentre io e Marco lanciamo la monetina 😉 Vi lascio il link QUI!

Dopo una breve sosta alla caffetteria della Magnum per prendere un caffè, siamo ripartiti, instancabili, verso il Pantheon, passando per Montecitorio e Palazzo Chigi. Abbiamo ammirato dall’esterno l’imponente Pantheon, ma senza potervici entrare perchè la fila di persone lì e anche negli altri monumenti, era davvero inaffrontabile 🙁

Ma la nostra vera destinazione, non era il Pantheon, bensì la fraschetta “Da Gino al Parlamento” dove abbiamo (finalmente) assaggiato la cucina romana portata ai massimi termini. Io e Marco siamo dei veri appassionati di cucina, e quella romana ci appaga indescrivibilmente! “Da Gino al Parlamento” non è un ristorante turistico, ne di lusso. E’ una vera chicca di sapore che abbiamo scoperto sul blog “Una Valigia a due piazze” che ha dedicato un intero articolo ai ristoranti e fraschette di Roma dove mangiare per evitare fregature, conti salati e soprattutto ristoranti acchiappa turisti, vi lascio il link all’articolo qui! 

Un amatriciana e una cacio e pepe mettono tutti d’accordo 😉

Dopo il pranzo leggerissimo….. ci siamo persi per le viuzze del centro, non c’è niente di più affascinante, per scoprire angoli della città che altrimenti non avresti mai visto!

Ci siamo ritrovati, sul lungo Tevere, sovrastati dall’imponente Castel Sant’Angelo detto anche Mausoleo di Adriano, inutile dire che abbiamo camminato in quella direzione per poterlo ammirare da più vicino!

Ma Roma è storia, imponenza, bellezza ed è una scoperta continua… perché ormai sull’altra sponda del Tevere, di fronte a Castel Sant’Angelo, girandosi verso destra, si scorge piazza San Pietro, e che fai, non ci vai ?! Scorgere la basilica di San Pietro mi ha sorpresa alquanto! Mai mi sarei immaginata di vederla così, all’improvviso. E il viale che conduce lì, così largo, ti invita ad andare ad ammirarla.

Era decisamente più grande di come me la immaginassi, e decisamente stupefacente.

Dopo questa ultima tappa della nostra giornata, siamo tornati verso la metro più vicina, molto emozionati per aver visto più di quello che ci eravamo prefissati. Roma centro è grande ma mentre gli occhi si incantano a guardare ogni scorcio, ogni meraviglia antica, i piedi pedalano, curiosi di saperne sempre di più.

Alla sera avevo prenotato la nostra cena di anniversario in un ristorante davvero carinissimo, Angelina a Testaccio. Una sorta di giungla shabby chic, con una carbonara che appaga occhi e palato!

Buon anniversario amore mio…. 100 di questi anni ♥

2° giorno

Il secondo giorno, ci siamo svegliati di buon ora, con la seconda e ultima colazione in camera del nostro soggiorno a Roma!

Subito ci siamo diretti verso la nostra fermata della metro per raggiungere il Circo Massimo, dove in antichità si svolgevano le corse con i cavalli e altre attività ricreative e di svago. Abbiamo camminato tutto intorno, era davvero grande. Il sole batteva fortissimo e noi stavamo praticamente già sudando quindi siamo riusciti giusto a fare qualche foto e ci siamo diretti verso la bocca della verità dove mi aspettava un amica.. indovina un pò chi…

Eccola qui! La mia amica Lucrezia, che hai già conosciuto qui sul blog nei post dedicati alla Fashion Week, abita a Roma e ci è venuta a trovare per fare una passeggiata insieme! Ecco le foto che abbiamo scattato nel punto più instagrammabile del Colosseo, chi meglio di lei può conoscere questi segreti !

Prima di ripartire per Modena, ci siamo rinfrescati con la “Grattachecca”.. no non è un personaggio dei Simpson, è la granita tipica romana, venduta in un chiosco antichissimo sul lungo Tevere che ancora appartiene al pronipote del proprietario. Si racconta che in antichità sui colli romani venisse conservato il ghiaccio delle nevicate invernali, all’interno di cantine e venisse poi trasportato in città durante le afose estati cittadine tramite dei carri, per poter rinfrescare il popolo con una gustosa bibita. Incredibile se pensiamo che a noi basta fare due passi in casa per aprire il freezer! Grazie ancora Lu per avercela fatta assaggiare ♥

Ed è con una suggestiva immagine dell’isola tiberina, che concludo questa piccola esperienza a Roma, vissuta ai 100 all’ora nel vero senso della parola. E’ stata breve ma intensa. Una piccola pausa dalla quotidianità per festeggiare il nostro anniversario nella città che posso decretare essere la più bella al mondo.

2 thoughts on “Roma, come visitarla in 2 giorni!

  1. Brava Ilenia!!! In pochissimi giorni sei riuscita a vedere molto 🙂 Sono stata a Roma varie volte, ma pensa che non ho mai visto la Bocca della verità… un motivo in più per tornarci 🙂 Grazie anche per i consigli sui ristoranti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *