Viaggi

Scendi dal Taxi e sei solo tu, contro l’Asia – ESPLORANDO LA THAILANDIA

Dodici ore di volo non mi sembravano nulla mentre digitavo il numero della mia carta di credito, un battito di ciglia e sei dall’altra parte del mondo. Non vedevo l’ora, per una che ama gli aerei come me, una passeggiata.

Ma quel giorno, dopo mezz’ora di macchina, due ore di treno, tre ore di attesa in aeroporto, un ora di check-in e sei ore di volo notturno, eravamo arrivati solo ad Abu Dhabi e già avevamo quel senso di claustrofobia, una vocina nella mia testa diceva: “devi prendere un altro aereo, si quello lì, quello che vedi dal vetro, ormai hai pagato, sei in fila dopo aver scavalcato una famiglia indiana con 12 bambini strillanti, due passi e sarai stretta come una sardina, con il tuo vicino che ti appoggerà la testa sulla spalla mentre russa a bocca aperta ( e non era Marco!) cosa vuoi mai che sia!”

Più tardi, arrivati a Bangkok dopo altre 6 ore di volo abbiamo giurato solennemente che l’anno prossimo saremmo andati in vacanza in Sardegna: “massimo un ora di volo e siamo là, poco sbatti, massima resa” ma soprattutto: ” il prossimo viaggio lungo in aereo, lo facciamo in Businnes Class!”

Dopo due ore di taxi imbottigliati nel traffico thailandese dell’ora di punta, ci facciamo scaricare a Khaosan Road, dove si trova il nostro hotel. Ci avviciniamo al viale e sentiamo urla, musica, vediamo gente che balla in mezzo alla strada. Io e Marco ci guardiamo, lui con occhi terrorizzati, io con un sorriso a quaranta mila denti.

Scendiamo dal Taxi, scarichiamo le valigie, sembra di essere in mezzo ad una festa in discoteca, solo che tu stai trascinando 25 kg di trolley e cominci a chiederti se alla fine metterai i milioni di vestiti che hai portato.

Insomma, sapevo di aver prenotato l’hotel nella zona più festosa, chiassosa e giovane di Bangkok, ma quello davanti ai nostri occhi era un vero carnevale di Rio! Mentre continuiamo a farci spazio nella folla, intravediamo l’insegna del nostro hotel, ci offrono in continuazione vassoi di insetti alla griglia sistemati tutti belli in fila come un piatto di aperitivo, un ragazzo thailandese corre dietro a Marco con un metro da sarto per prendergli le misure e fargli un vestito, mentre una signora mi mette davanti alla faccia uno spiedino di gamberi gocciolante di salsa. Entriamo nella hall dell’hotel, check-in veloce e ci chiudiamo in camera, come un ubriaco si chiude nel bagno della discoteca per lasciare fuori musica e rumore. Spalanchiamo gli occhi per realizzare, io non riesco a contenere l’entusiasmo, Marco è super disorientato.

Gli spiego: “amore è un pò diversa dall’Europa” Alla faccia! Ci prepariamo ed andiamo a cena in uno dei ristoranti turistici su KhaoSan, mangiamo Pad Thai tradizionale con la birra Singha, servita nel bicchiere ghiacciato, (usano servirla così ai turisti, che non potrebbero bere il ghiaccio sciolto). Il passaggio al clima tropicale e l’umidità hanno preso il sopravvento su di noi e più beviamo cose fredde, più sudiamo…. piano piano Marco, complice l’alcol, comincia ad abituarsi alla nuova realtà, anche se so che dentro di se sognava una bel piatto di tortellini alla panna 😉

Lo stress del viaggio di piacere ci ha stremato così tanto che appena un ragazzo ci dice “Massage??” annuiamo.. Chi siamo noi per rifiutare mezz’ora di massaggio a soli 5€ a testa?

Andiamo a letto.. domani ci aspetta l’imponentissimo tempio Wat Pho.

image7.JPG
Contengo la felicità e l’adrenalina della partenza
image5.JPG
Abu Dhabi
image6.JPG
Felici, ancora ignari del lungo viaggio che ci attende
image1.JPG
Gente, musica e odori a Khaosan Road
image3.JPG
Primo Pad Thai della mia vita!
image2.JPG
Pad Thai
image4.JPG
Momento massaggio thailandese… e chi ci ammazza!

Scusate per la orribile qualità delle foto scattate con iPhone, la prima sera non avevo abbastanza energie per uscire con la Reflex… mea culpa.. ma mi farò perdonare con le prossime foto!

 

Leggi anche :

Benvenuti a BANGKOK – Esplorando la Thailandia 

Come ho organizzato il mio Viaggio in Thailandia: Itinerario, Curiosità e tutto quello che dovete sapere prima di partire!

5 thoughts on “Scendi dal Taxi e sei solo tu, contro l’Asia – ESPLORANDO LA THAILANDIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...